SHARE

Freelancer.com è una delle più famose piattaforme che dà la possibilità di lavorare e guadagnare online. Di sicuro molti di ne avranno sentito parlare, ma se non sapete come funziona, leggete questo articolo per saperne di più.

Cos’è e come funziona freelancer.com

Freelancer è un sito internet pensato appositamente per i lavoratori ed i professionisti freelance, che utilizzano il web come mezzo per trovare nuova clientela. Il sito fu lanciato nel 2009 In Australia, più precisamente a Sidney, dove risiede anche la sede principale. Ma freelancer.com ormai ha uffici in tutto il mondo ed oggi ha raggiunto addirittura i 17 milioni di utenti.

Il sito funziona in un modo molto semplice, che è simile a tante altre piattaforme dedicate al mondo del lavoro freelance. Basta infatti che un utente, che può essere sia un privato che un’azienda, pubblichi un annuncio dove andrà a spiegare quali sono le sue richieste ed i requisiti minimi necessari a soddisfarle.

Una volta letto l’annuncio, il freelance potrà poi presentare la sua disponibilità ad effettuare il lavoro, accompagnata anche dalla tariffa che egli ritiene più adeguata. Il cliente poi avrà la possibilità di andare a controllare il profilo del freelance, che sarà arricchito dalla sua scheda personale. Ovviamente oltre alla professionalità del freelance stesso, la scelta dipenderà molto anche dalla tariffa proposta. Anzi diciamo che i molti casi è proprio quest’ultima la componente determinante, che spesso conta più dell’esperienza.

Una volta che il freelance sarà stato scelto, entrerà in contatto con il cliente in modo tale da ricevere tutte le istruzioni e i dettagli sul lavoro da eseguire. Non appena il l’incarico sarà consegnato, si procederà poi al pagamento, che avviene proprio attraverso lo stesso sito internet.

Il sito può essere utilizzato dai freelance italiani?

Come vi ho detto all’inizio dell’articolo, questo è un sito attivo in quasi tutto il mondo; ma rimane il fatto che è in lingua inglese. Ma ovviamente chi sta cercando professionisti italiani, può tranquillamente scrivere un annuncio in italiano, così come i freelance possono compilare tutte le informazioni relative al loro profilo nella nostra lingua.

Scegliere la lingua italiana però comporta un limite non indifferente, soprattutto per il freelance. Così facendo infatti le possibilità di trovare un lavoro si riducono drasticamente; proprio perché gran parte dei progetti viene pubblicata da clienti internazionali, che cercano professionisti in tutto il mondo.

Il sito per i clienti

Se volete utilizzare il sito in veste di clienti e quindi siete alla ricerca di un professionista, per utilizzare freelancer.com, dovrete prima creare un profilo Client dove andranno inserite tutte le informazioni necessarie. Potrete inserire il vostro annuncio di lavoro dirigendovi alla pagina denominata Post project.

Qui dovrete inserire il nome del progetto, la descrizione ed il budget che siete disposti a concedere. La piattaforma vi mette a disposizione anche una serie di opzioni che vi consentiranno di dare maggiore visibilità al vostro annuncio, avere un’assistenza professionale nella scelta del freelance, ed anche etichettare il vostro lavoro come “urgente”.

Infine se lo vorrete, potrete anche mantenere privati i dettagli del vostro annuncio. Ovviamente tutte queste opzioni saranno disponibili soltanto con delle commissioni aggiuntive. Il vostro annuncio di lavoro poi, verrà pubblicato solamente dopo che andrete a depositare sulla piattaforma una somma di denaro pari o superiore al budget che avrete scelto per la realizzazione del progetto. Questo ovviamente serve a tutelare maggiormente il freelance che andrà poi a svolgere il lavoro.

I metodi per depositare il denaro sono i seguenti:

  • Bonifico bancario
  • Paypal
  • Carta di credito, di debito o prepagata

È importante poi sapere che l’importo da voi stabilito per il progetto non andrà per intero al freelance, ma il 3% della somma spetterà al sito internet.

Il sito per i freelance

Se invece siete dei freelance in cerca di nuovi clienti, allora per prima cosa dovrete aprire gratuitamente un account. Andrete poi ad impostare al meglio il vostro profilo, in modo tale che esso rispecchi appieno le vostre esperienze, le vostre competenze e capacità. Visto che il vostro profilo verrà costantemente visitato dai potenziali clienti, è di fondamentale importanza curarlo nei minimi particolari, in modo da conquistare la loro fiducia.

Potete creare il vostro account anche tramite il vostro profilo Facebook, in modo tale da rendere il tutto più veloce. In questo modo infatti eviterete di inserire a mano i singoli dati che vi verranno richiesti. Appena avrete terminato di creare il vostro account, sarete chiamati a scegliere tra un piano gratuito o a pagamento. Ovviamente l’iscrizione gratuita comporta anche una serie di limiti: per esempio vi potrete candidare soltanto per 8 lavori al mese.

La registrazione a pagamento, invece, vi da molti più vantaggi come per esempio:

  • Vi potrete candidare per un numero elevato di annunci;
  • Potrete prelevare quotidianamente;
  • Avrete accesso ai riconoscimenti per freelance;
  • Potrete emettere fatture anche al di fuori della piattaforma

Dopo aver deciso in che modalità preferite iscrivervi, andrete a selezionare la vostra area professionale. Potete scegliere quindi tra:

  • Informatica e programmazione;
  • Creazione di siti web
  • Creazione di contenuti
  • Traduzione e lingue
  • Vendite e marketing
  • Design, media e architettura
  • Lavori e servizi locali

Fatto ciò andrete a compilare il vostro profilo provvisto di descrizione personale, esperienze e competenze. Stabilite poi una tariffa oraria, la lingua principale e se ce ne sono anche quelle secondarie, e infine il luogo in cui risiedete. Nel profilo pubblico verranno poi automaticamente mostrate una serie di informazioni come:

  • Il numero di progetti che avete completato;
  • Il compenso per progetto;
  • Il tipo di abbonamento;
  • Il paese di origine
  • La media delle valutazioni che avete ricevuto
Modalità di pagamento

Nel momento in cui otterrete un lavoro, poi potrete essere pagati in vari modi: su PayPay, Payoneer, o Skrill.  Per quanto riguarda invece il bonifico bancario, esso è disponibile soltanto in alcuni paesi e comporta anche costi abbastanza alti.  Chi però preferisce ricevere i pagamenti tramite bonifico, può sempre utilizzare Skrill, che è un servizio davvero economico per inviare e ricevere bonifici dall’estero.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.