SHARE

Tinaba cos’è e come funziona

app e lavori piramidali

Tinaba significa “This is not a bank”, dunque non si tratta di una banca ma di un app che collabora comunque con una banca, in particolare ha siglato un accordo con Banca Profilo, che si occupa di garantire la liquidità; la prima differenza con i classici istituti di credito sta nel fatto che non c’è bisogno di essere correntisti o di essere titolari di una carta di credito. Tinaba trasforma il vostro smartphone in un portafoglio digitale, ma c’è dell’altro.

Tra le diverse funzioni possibili ci sono: l’invio di denaro ai propri contatti della rubrica telefonica; la possibilità di processare dei pagamenti digitali direttamente dalla vostra app; si possono anche condividere le spese in una cassa comune; creare raccolte fondi digitali per iniziative personali o di beneficenza; creare un salvadanaio personale per risparmiare in maniera automatica. Anche un solo centesimo può essere trasferito senza per questo pagare nessuna commissione, né per chi lo invia, né per chi lo riceve e tutti possono avere il controllo e la gestione autonoma del proprio denaro e accedere a servizi dedicati seguendo poche semplici istruzioni.

Questa applicazione aveva già fatto parlare di se nel 2016, l’anno della sua prima ideazione, in collaborazione con il Gruppo Sator e la stessa Banca Profilo. Oggi continua a dimostrare di avere enormi potenzialità di espansione e soprattutto una delle sue caratteristiche principale è la facilità di utilizzo.

Tinaba sistema sicuro REGISTRAZIONE

Come abbiamo detto, per utilizzare Tinaba, non c’è bisogno che abbiate alcun conto in banca. Una volta che avrete fatto l’iscrizione vi verrà fornito il vostro portafoglio digitale in maniera automatica.

Nella pagina principale dell’applicazione, o del menù nell’area “Ricarica conto” potete scegliere di effettuare una ricarica con un bonifico; sarà sufficiente condividere l’iban di riferimento del vostro conto per processare un bonifico da qualsiasi banca; in alternativa potete addebitare la vostra ricarica su una carta di credito prepagata.

Quando avete terminato la fase di registrazione vi verrà spedita direttamente a casa la carta prepagata Tinaba, uno strumento gratuito che vi consentirà di effettuare acquisti in Italia o all’estero, sia offline che online e sempre senza spese aggiuntive o commissioni di alcun genere.

Tinaba pagamento con Merchant

Parliamo ora dell’acquisto vero e proprio; negli esercenti autorizzati Tinaba, di cui è disponibile un elenco sul web, e possibile pagare direttamente con l’app facendo tap sull’icona Merchant, in tutti gli altri negozi è possibile comunque pagare con la Carta Tinaba di cui abbiamo parlato in precedenza; è ricaricabile tramite l’App.

Tinaba riserva ai suoi utenti di livello A la possibilità di effettuare bonifici verso un IBAN italiano con un limite massimo giornaliero di 5.000 euro.

L’altra opzione di questa applicazione è la possibilità di trasferire denaro e creare conti condivisi dove trasferire denaro è molto più facile, veloce e sicuro: tramite il vostro smartphone, selezionate i destinatari tra i vostri contatti e l’importo.

L’App vi permette di controllare in tempo reale i movimenti; molto facile anche la creazione di conti condivisi, quelle che in passato venivano chiamate le vecchie casse comuni; condividendo il conto, potrete trovare la soluzione ideale per la condivisione e a gestione delle spese: tutti gli utenti del conto vengono informati in tempo reale quando il denaro viene speso, o usato per ricaricare la Carta Tinaba.

Il conto condiviso può essere chiuso quando preferite o se non ne avete più bisogno; in quel caso Tinaba restituisce la somma rimanente in automatico e in modo proporzionale al numero dei partecipanti.

Vediamo come mettere da parte del denaro; grazie all’opzione salvadanaio che trovate nel Menu di Tinaba, potete mettere da parte dei soldi sfruttando una modalità di risparmio automatica; scegliete voi la tempistica, ad esempio una volta a settimana, per tre mesi iniziando lo stesso giorno in cui decidete di farlo; si può risprmiare anche in base alla spesa per esempio ogni volta che spendi 40 euro decidi di metterne da parte 10.

Un’altra funzione è l’Iniziativa Pubblica, grazie alla quale raccogliere una somma di denaro per una causa benefica e solidale. Con Tinaba qualsiasi utente iscritto può creare un’Iniziativa Pubblica: puoi scegliere la durata, la cifra a cui vuoi arrivare, le persone a cui chiedere una donazione spontanea. Ogni utente è libero di trasferire una somma a sua scelta. Anche in questo caso l’applicazione non vi farà pagare nessuna commissione sulle donazioni.

A questo proposito è interessante anche Tinaba Business, che elimina i costi di transazione anche su micro pagamenti; eviterete code alla cassa, perché i clienti possono ordinare e pagare direttamente in app ricevendo la fattura in digitale.

Tinaba penserà a gestire automaticamente le transazioni dei vostri acquisti; la comunicazione con i clienti permette di farvi arrivare delle promozioni personalizzate.

Altro vantaggio molto utile perchè risponde a un’esigenza sempre più diffusa ormai da anni, quello di effettuare ricariche ai cellulari, specialmente per chi ha maturato dei bonus grazie alle varie promozioni, una su tutte, la presentazione di amici.

Per aprire il vostro account potete scaricare Tinaba gratuitamente da Google Play o dall’App Store. Questa app è compatibile con iOS (8.0 e successivi) e Android (4.4.2 e seguenti).

Una volta scaricata l’app, nel giro di 3 minuti si completa la procedura di registrazione. Il primo passo è registrarsi con la propria mail e i propri dati personali; successivamente dovete impostare un codice di accesso.

Inserite poi il codice fiscale e caricate la foto di un documento, potete scegliere tra carta d’identità, patente o passaporto; una volta caricata la foto il vostro profilo è completo.

Stiamo parlando di un’applicazione molto vantaggiosa, come avrete potuto capire, le transazioni sono sempre a costo zero, non solo per gli utenti ma anche per gli esercenti e la registrazione è gratuita. A questo punto è legittimo domandarsi come fa Tinaba a guadagnare; i suoi servizi sono essenzialmente vincolati alla gestione della Banca Profilo del fondo Sator.

Le commissioni non presenti in Tinaba vengono quindi in parte compensate dall’aumento della raccolta diretta di Banca Profilo. Un’altra fonte di guadagno proviene dagli esercenti che possono accedere a servizi incentrati sulla fidelizzazione del cliente e a supporto della loro attività di pubblicità e marketing.

Ormai le app fanno sempre più parte della nostra vita e soprattutto sono in grado di facilitarla, risolvendo determinati problemi e venendo incontro alle esigenze di una larga scala di clienti differenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.